Superdoll Collectables: quando moda e arte miniaturistica si incontrano

Superdoll_collectables - Abbe Lane Superdoll_collectables - Abbe Lane
Sono state presentate a Milano lo scorso maggio, io le ho scoperte da poco e me ne sono invaghita perdutamente: sono le superdoll_collectables, vere e proprie opere d’arte in miniatura.
Superdoll_collectables - Abbe Lane Superdoll_collectables - Abbe Lane Superdoll_collectables - Abbe LaneI creatori delle superdoll, Charles Fegen e Desmond Lingard, cominciano la loro attività nel 1999, partendo dalla creazione di miniature couture per poi passare a quella della bambole da collezione e lanciando la prima superdoll nel 2004.
Aspetto, attenzione ai minimi dettagli e pose realistiche, dovute a ben 19 punti di giuntura, le rendono uniche nel loro genere. Superdoll_collectables - Abbe Lane

Superdoll_collectables - Abbe Lane

Abbe Lane con una delle sei versioni della superdoll twist a lei dedicate

Superdoll_collectables - Abbe LaneQuella che vi presento qui è la superdoll twist, la bambola dedicata ad Abbe Lane, attrice che negli anni ’50 conquistò il mondo dello spettacolo, da Broadway alla televisione, per il suo fascino glamour senza tempo. Sei le versioni dedicate all’attrice, ognuna delle quali ispirata ai film che l’hanno vista protagonista: riproduzioni fedelissime di acconciature, trucco e abiti, rese possibili grazie alla possibilità di accedere ad archivi di foto e filmati inediti del tempo. In queste fashion dolls arte e moda hanno un legame stretto, genialità e maestria artigianali sono innegabili.
Le superdoll_collectables sono tantissime, ecco alcune delle altre create prima della superdoll twist dedicata ad Abbe Lane, nonché le mie preferite:superdoll_collectables…Ma non sono spettacolari? *_*
xxx
Be Sociable, Share!
This entry was posted in Fashion news and tagged , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

15 Responses to Superdoll Collectables: quando moda e arte miniaturistica si incontrano

  1. Ilaria M. says:

    Sono favolose! Che meraviglia! :)

  2. Sono davvero favolose, ma chi se le compra???? =D

    Baci
    L3

    http://lisalatroisieme.blogspot.com

  3. Pingback: Superdoll Collectables: quando moda e arte miniaturistica si incontrano | Moda&Notizie 2012

  4. tina telli says:

    rapita da tutte!!!!
    Sono veramente belle, sembrano piccole donne vere in miniatura, tanto sono ben fatti i particolari!
    wow….

  5. Lo sono per davvero. Per una fan di Barbie come me questa è la naturale evoluzione!

  6. Ti rubo le preferite…se vuoi mi accontento di quella tatuata! E giochiamo insieme… scherzi a parte… sono davvero incredibili, così ben rifinite!
    Mi chiedo quanto possa arrivare a costare una superdoll! A presto. Notte ;)

  7. tuttepazzeperibijoux says:

    ciao Laura, bellissime davvero e complimenti per questo post! per fortuna quando ero piccola non c’erano ,s arebbero state la rovina dei miei genitori, io sono cresciuta con tante Barbie!
    ciao elena
    tuttepazzeperibijoux
    facebook
    bloglovin

  8. chiamarle bambole sarebbe riduttivo, delle vere e proprie opere d’arte!!! un bacino e buon pomeriggio

    LA MODE OUI C’EST MOI
    FACEBOOK
    BLOGLOVIN
    TWITTER

  9. Entrophia says:

    Mio dio amore ma sono bellissime e ci credo che mi pensavi mentre scrivevi il pezzo ahahah perché le comprerei tutte! Quella con i tatuaggi è superlativa poi <3

  10. Francesca says:

    Sarò oramai grande, ma voglio dirlo: adoro queste bambole!

  11. Mamma mia che belle! sono spettacolari, minuziose e… invidio i loro mini vestiti :D baci, Mina from the blog The Style Fever

  12. carlotta says:

    belle queste “barbie” se ti va ci potremo seguire a vicenda…
    ciao

  13. Mary says:

    I love… <3

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>